Top in cucina? Nessun problema, abbiamo un piano. Anzi, sei.

venerdì, 29 gennaio 2016 / In News

La scelta del piano di lavoro in cucina diventa sempre più difficile perchè se da una parte deve avere caratteristiche funzionali specifiche, dall’altra deve essere anche bello e sposarsi con la linea estetica del nostro arredo.

Il mercato ci offre tantissime varietà nella scelta dei materiali e nelle varianti cromatiche. Vediamone qualcuno.

Piano in acciaio

3410_diesel06

acciacio1Certamente una scelta coraggiosa che trova la sua migliore collocazione in cucine dallo stile industrial o per chi vuole ospitare una puntata di Master Chef in casa propria: la bellezza di una cucina di casa e le caratteristiche di una cucina da ristorante. Inutile elencarne le note caratteristiche che lo collocano tra i materiali più longevi, resistenti e malleabili. Le ultime tendenze lo vedono tra i materiali più in voga per chi ama le scelte decise.


Piani in pietra naturale (marmo o granito)

Scavolini Baltimora - Piano in granito

Scavolini Baltimora – Piano in granito

La varietà cromatica e l’unicità di un piano in pietra naturale sono caratteristiche che difficilmente troviamo nelle pietre sintetiche. I graniti in genere sono più resistenti dei marmi, grazie alla presenza elevata di quarzo. Contrariamente a quanto possiamo istintivamente immaginare il piano in pietra proprio perchè è naturale è poroso e deve essere trattato con materiali impermeabilizzanti (il trattamento deve poi essere ripetuto nel tempo). La resistenza a graffi e abrasioni dipende dalla lavorazione scelta: la finitura lucida è certamente quella più delicata, ma esiste anche l’opaca e la spazzolatura che dona un effetto anticato.


 

Piani in quarzo e Okite

Scavolini Atelier - Piano in quarzo

Scavolini Atelier – Piano in quarzo

Questi piani sono realizzati con un materiale in parte sintetico. Si mescolano particelle di quarzo naturale con una resina poliestere e si ottiene un materiale molto resistente, senza le controindicazioni della pietra naturale. Al tatto ha le caratteristiche della pietra ma un punto debole: le alte temperature. Mai appoggiare una pentola togliendola direttamente dal fuoco!
In quanto a bellezza ci sono moltissime varianti (e ciò vale anche per la fascia di prezzo) e questo ci permette di trovare quello giusto per noi.

Rispetto ai piani in quarzo classici, l’Okite ha il vantaggio di resistere alle alte temperature ed è certamente la soluzione migliore in termini di funzionalità in cucina. Praticità ed estetica si fondono nell’Okite con un’attenzione particolare nei confronti dell’ambiente: materiali provenienti da fonti green, processi produttivi eco-sostenibili e di qualità certificata e ricerca fortemente orientata verso l’utilizzo più efficiente delle risorse naturali.


 

Piano in ceramica e Gres

Scavolini Liberamente - Piano in Gres Porcellanato

Scavolini Liberamente – Piano in Gres Porcellanato

In passato il piano piastrellato in ceramica è stato il più delle volte associato ad uno stile rustico o country, ma oggi chiamarle semplicemente piastrelle è riduttivo. Forme, colori, pose in opera e vastità dei materiali impiegati fanno sì che si possa utilizzare anche in ambienti moderni e cucine contemporanee. Ceramica smaltata, gres porcellanato o pietre naturali, sono solo alcune delle materie prime che possono comporre il top, in continuità con la parete schienale del sottopensile e, perchè no, con il pavimento. E a proprio di Gres abbiamo parlato a proposito di ante, proprio qui.


 

Piano in laminato

 

Prima di giudicare un piano in laminato come economico e quindi di bassa qualità, provate a farvi un’idea tra le decine e decine di varianti possibili. Di base, si tratta di un pannello di pasta di legno idrorepellente rivestito da materiale plastico ad alta pressione, ma lo spessore dei due componenti e la qualità delle materie prime fanno davvero la differenza. Vi basta definire il colore, la finitura tattile (rugoso, liscio, texturizzato…) e potete farne quello che vi pare: graffiarlo, riscaldarlo oppure salirci sopra per ballarci il tip-tap! Resta in fin dei conti il top più economico tra quelli proposti, ma non è vero che questo sia sinonimo di bassa qualità. Non sempre almeno! Affidatevi sempre ad arredatori esperti.


 

Piano in Fenix

Piano cucina in Fenix

Piano cucina in Fenix

Piano cucina in Fenix

Piano cucina in Fenix

Per parlare di questo materiale innovativo non basterebbe un solo articolo dedicato. Le caratteristiche futuristiche di questo materiale lo mettonon al top della gamma dei laminati. Antistatico,m antimacchia, morbido al tatto, autorigenerante (si possono rimuovere i graffi grazie all’uso del ferro da stiro! Guarda il video…), opaca e anti impronte: solo per dirne alcune!

Se vuoi approfondire puoi leggere questo articolo

Ora avete le idee più chiare?

 

TOP

Questo sito utilizza cookie di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Informazioni

POLITICA DI UTILIZZO DEI COOKIES


Un cookie è un file che viene scaricato sul tuo computer quando consulti alcuni siti Web. I cookies permettono ai siti Web di conservare e recuperare informazioni sulle abitudini di navigazione dell'utente su un sito o sul dispositivo utilizzato, e in base a queste informazioni, di riconoscerlo. Tuttavia, i dati ottenuti sono protetti. Riguardano soltanto il numero delle pagine visitate, la città in cui è localizzato l'IP della connessione al sito Web, la frequenza e la ricorrenza delle visite, la durata delle visite, il browser utilizzato, l'ISP o il tipo di terminale da cui è partita l'operazione. Dati come nome, cognome o indirizzo postale della connessione non vengono raccolti. I cookies utilizzati su questo sito Web e i loro utilizzo sono:

SESSIONID : scade al termine della sessione. Questo cookie permette di seguire la navigazione dell'utente durante la sessione, di conservare le informazioni inserite dall'utente nei campi che lo prevedono, e di assicurare la qualità e la sicurezza della navigazione sulle pagine del sito.
_pk_XXXX.XXXX : scade dopo 30 minuti. Questo cookie permette di ottenere dati sull'utilizzo delle nostre pagine Web a fini statistici.
CDN : scade dopo 3600 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
Slb : scade dopo 30 minuti. Questo cookie è utilizzato nella ripartizione di carico, per capire se l'utente resta sullo stesso server host per l'intera sessione.
VisitorEntrance : scade al termine della sessione. Questo cookie determina l'origine geografica dell'utente, attraverso l'indirizzo IP di connessione.
cookieAccepted : scade dopo 365 giorni. Questo cookie permette di mascherare le informazioni sull'utilizzo dei cookies del sito e viene utilizzato solo se l'utente ne accetta l'utilizzo.
Puoi autorizzare, bloccare o eliminare i cookies installati sul tuo computer modificando le opzioni del tuo browser. Per i browser più popolari trovi qui i link:

Internet Explorer
Mozilla Firefox
Google Chrome
Apple Safari

Ti informiamo che la disattivazione di un cookie potrebbe impedire o rendere difficoltosa la navigazione o le prestazioni dei servizi proposti sul nostro sito.

Chiudi

?>